Haiti, ucciso il presidente Moise: è stato assassinato da un commando dentro casa sua

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Luglio 2021 20:34 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2021 20:34
Haiti, ucciso il presidente Moise: è stato assassinato da un commando dentro casa sua

Haiti, ucciso il presidente Moise: è stato assassinato da un commando dentro casa sua (Foto Ansa)

Il presidente di Haiti, Jovenel Moise, è stato assassinato.  Moise è stato assassinato stamane nella sua abitazione da un commando formato da “elementi stranieri”. Almeno queste sono fin qui le informazioni trapelate dai media locali.

Il primo ministro uscente di Haiti, Claude Joseph, ha decretato in queste ore lo stato d’assedio su tutto il territorio nazionale. Via Twitter l’esperto giornalista haitiano Cleefton D’haiti ha indicato che la decisione è stata adottata durante un consiglio dei ministri straordinario.

Articolo aggiornato alle 20:34

Martine Moise, la moglie del presidente Juvenel Moisé, non sarebbe morta a seguito delle ferite riportate nell’attacco, come dichiarato da fonti mediche ore fa, ma, “pur in condizioni gravi, sarebbe ancora in vita ed in procinto di essere trasferita in aereo all’estero”. Lo ha reso noto oggi l’ambasciatore di Haiti a Santo Domingo, nella Repubblica dominicana. In una conferenza stampa l’ambasciatore haitiano Smith Augustin ha precisato che la ‘first lady’ non è morta e che potrebbe essere trasferita in un ospedale all’estero e si sta valutando il decollo di un volo speciale.

Haiti, assassinato il presidente Moise: il primo ministro lo sostituisce ad interim

Joseph ha aggiunto che da questo momento ha assunto egli stesso le redini del Paese. Il premier ha invitato alla calma la popolazione e assicurato che la polizia e l’esercito manterranno l’ordine. La moglie del presidente è rimasta ferita nell’attacco e ricoverata in ospedale, ha detto ancora Joseph.

Moise è stato eletto due volte

Moise fu eletto per la prima volta presidente del paese caraibico col partito di centrodestra Tet Kale alle elezioni del 2015. Ma quel voto fu annullato per brogli elettorali, per cui si tornò a votare nel 2016. Anche allora Moise vinse, ma per cominciare a governare ha dovuto aspettare l’inizio del 2017.

Durante il suo mandato è stato accusato tra le altre cose di aver represso gli oppositori politici e di voler restare in carica oltre il suo mandato. Nel 2019 ad Haiti ci furono violente proteste e scontri in cui morirono alcune decine di persone. Moïse fu anche coinvolto in uno scandalo per corruzione, accusato insieme ad altri ministri e funzionari di aver gestito fondi in modo illecito fino a 2 miliardi di dollari.

Haiti, ucciso il presidente Moise: domani riunione di emergenza del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite

Una riunione di emergenza sulla situazione ad Haiti è stata convocata per domani, giovedì, dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Lo si apprende da fonti diplomatiche. La richiesta è arrivata tra gli altri Paesi anche dagli Stati Uniti. Il meeting sarà a porte chiuse.