Il Papa: “Rubare e mentire, non è umano”

Pubblicato il 18 Febbraio 2010 12:59 | Ultimo aggiornamento: 18 Febbraio 2010 12:59

Il Papa Benedetto XVI

«Non si dica più “ha mentito: è umano; ha rubato: è umano”». Lo chiede il Papa nel discorso rivolto al clero di Roma. «Questo non è il vero essere umani. Essere umani è invece essere generosi, essere a immagine di Dio», ha aggiunto Benedetto XVI. «Il peccato non è mai solidarietà, è sempre desolidarizzazione».

Poi Joseph Ratzinger, commentando la Lettera agli Ebrei, ha parlato dell’obbedienza. «È una parola che non piace nel nostro tempo, viene interpretata come alienazione, atteggiamento servile, sottomissione alla volontà di un altro, mentre l’autodeterminazione sarebbe la vera esistenza umana».

Per il Papa, invece, libertà obbedienza sono «due cose che vanno insieme», in quanto «l’obbedienza a Dio, cioè la conformità alla verità del nostro essere, è la vera libertà, è la divinizzazione».