Il test nucleare della Corea del Nord provoca immediata la condanna di Obama, ”Minaccia alla pace”

Pubblicato il 25 maggio 2009 10:32 | Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2009 20:12

Immediata la condanna del presidente degli Stati Uniti Barack Obama. «I test compiuti dalla Corea del nord rappresentano una minaccia per la pace». In comunicato reso noto dopo l’esperimento, Obama ha affermato che «la Corea del nord sta sfidando direttamente e in modo sconsiderato la comunità internazionale. Il comportamento della Corea del nord aumenta le tensioni e mina la stabilità nell’Asia nordorientale».

Il test di Pyongyang rappresenta una sfida diretta all’amministrazione Obama, rileva il Washington Post, che si era detta disposta, al suo insediamento, a compiere progressi nei negoziati riguardo al programma nucleare nordcoreano.

A questo proposito Obama ha nominato un emissario speciale, Stephen Bosworth, che ha indicato a Pyongyang la disponibilità degli Stati Uniti ad avviare colloqui bilaterali e di proseguire nelle trattative delle sei nazioni che si occupano del programma nucleare nordcoreano. Ma Pyongyand ha respinto le aperture statunitensi, accusando Washington di seguire le stesse ”politiche ostili” della precedente amministrazione Bush.

Secondo gli analisti la Corea del Nord possiede abbastanza plutonio per costruire 6-8 bombe. Nel mese scorso il regime ha annunciato che avrebbe riaperto la fabbrica di Yongbyon per produrne maggiori quantità.