A giganti telecom cinesi impedito di operare negli Usa per timore spionaggio

Pubblicato il 8 ottobre 2012 14:48 | Ultimo aggiornamento: 8 ottobre 2012 14:59

I due giganti cinesi delle telecomunicazioni Huawei e Zte minacciano la sicurezza americana e gli va impedito di concludere contratti e acquisizioni negli Stati Uniti, afferma una commissione del Congresso americano al termine di un anno di indagini.

Secondo il rapporto della commissione intelligence del parlamento Usa, è impossibile avere la certezza che i due gruppi siano indipendenti dal governo di Pechino e potrebbero quindi essere utilizzati per minare la sicurezza americana.

“Sulla base delle informazioni classificate e non, Huawei e Zte non possono garantire la loro indipendenza dall’influenza di uno Stato straniero, cosa che rappresenta una minaccia per la sicurezza degli Stati Uniti e del nostro sistema”, spiega il rapporto. Huawei e Zte hanno entrambe negato di avere legami con il governo cinese.

Lo ha affermato oggi il portavoce del ministero degli esteri di Pechino Hong Lei riferendosi alla vicenda della Huawei e della Zte, le due imprese cinesi di telecomunicazioni che secondo il Congresso degli Stati Uniti devono essere tenute lontane dal Paese per i loro legami con il governo e l’ esercito cinesi.

”Le compagnie cinesi di telecomunicazioni – ha detto Hong Lei – hanno sviluppato il loro business internazionale basandosi sui principi dell’ economia di mercato”. ”I loro investimenti negli Usa sono una manifestazione della natura mutualmente benefica delle relazioni economiche e commerciale tra Cina e Stati Uniti”, ha aggiunto.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other