India: spiava i pachistani. Arrestata una diplomatica

Pubblicato il 27 Aprile 2010 16:37 | Ultimo aggiornamento: 27 Aprile 2010 17:11

Una diplomatica dell’ambasciata indiana di Islamabad è stata arrestata con l’accusa di essere una spia dei servizi segreti pachistani. Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Pti, si tratta di Madhuri Gupta, nubile di 53 anni, che quattro giorni fa era stata richiamata a New Delhi dai suoi superiori con il pretesto di una riunione in vista del vertice regionale dei paesi sudasiatici della Saarc in corso in Bhutan. Appena arrivata a New Delhi sono scattate le manette.

L’arresto è stato confermato da un portavoce del ministero degli Esteri. La diplomatica, che lavorava da tre anni come traduttrice dall’urdu, è accusata di aver passato informazioni ai servizi segreti pachistani dell’Isi (Inter Service Intelligence). Ma non si esclude che lavorasse anche per altri servizi stranieri. Secondo quanto è stato riportato dalla stampa indiana, la Gupta ha sottratto documenti riservati dall’ufficio di Islamabad dell’intelligence indiana della Raw (Research and Analysis Wing).

Ma si teme che abbia anche piazzato delle “cimici” per l’intercettazione di telefonate e conversazione degli altri diplomatici indiani. Sono in corso indagini per accertare eventuali complicità. Il nuovo caso di spionaggio giunge a sei anni dallo scandalo che ha coinvolto la “gola profonda” Rabinder Singh, un maggiore dell’esercito che spiava per conto della Cia e che è riuscito a sfuggire alla cattura rifugiandosi negli Stati Uniti.