Ior, Papa Francesco cambia il vescovo a Trapani, Curia sotto inchiesta per conti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 settembre 2013 19:08 | Ultimo aggiornamento: 24 settembre 2013 19:09
Ior, Papa Francesco cambia il vescovo a Trapani, Curia sotto inchiesta per conti

Monsignor Pietro Maria Fragnelli

CITTA’ DEL VATICANO – Monsignor Pietro Maria Fragnelli, già vescovo di Castellaneta, è stato nominato vescovo di Trapani: è l’ultima novità del corso di Papa Francesco allo Ior. Con la nomina di Fragnelli si chiude il “commissariamento” della Diocesi siciliana iniziato nel maggio del 2012 con l’invio dell’ex vescovo di Pisa, Alessandro Plotti, come amministratore apostolico dopo il sollevamento dall’incarico pastorale del vescovo Francesco Miccicchè.

Come ricorda Maria Antonietta Calabrò sul Corriere della Sera, la Curia di Trapani era stata al centro di un’inchiesta sui conti dello Ior gestiti da don Nini Treppiedi, ex direttore degli uffici amministrativi della Curia ed ex arciprete di Alcamo, una delle chiese “più ricche di Sicilia”. E nome presente anche nel memoriale dell’ex presidente dello Ior, Ettore Gotti Tedeschi.

Nel maggio del 2012 don Treppiedi è stato sospeso a divinis (cioè non poteva più svolgere gli uffici pastorali), e il 28 agosto 2013 è stato interdetto dal sacerdozio per 5 anni e impedito anche di indossare la tonaca. A firmare l’ordine è stato l’ex prefetto cardinale Mauro Piacenza, che proprio sabato 21 settembre è stato spostato (leggasi demansionato) alla Penitenzieria apostolica da Papa Francesco.

Lunedì 23 settembre Treppiedi ha testimoniato in udienza per tre ore contro il senatore del Pdl Antonio D’Alì a processo per concorso esterno in associazione mafiosa.