Iran, Frattini: “Le sanzioni Onu sono un forte segnale politico”

Pubblicato il 9 Giugno 2010 19:57 | Ultimo aggiornamento: 9 Giugno 2010 20:01

Ministro degli Esteri Franco Frattini

“Da New York è venuto un segnale politico molto forte: la comunità internazionale non può accettare che l’ Iran si doti dell’ arma nucleare innescando una corsa alla proliferazione che avrebbe effetti gravissimi sulla stabilità regionale e mondiale”.

Sono le parole del ministro degli esteri, Franco Frattini, che, commentando l’ approvazione della Risoluzione che stabilisce nuove sanzioni a carico dell’ Iran, aggiunge: “Ora è importante proseguire nel doppio binario. Le sanzioni non sono un fine in sé, debbono servire per riportare Teheran al tavolo negoziale”.

“L’ Italia – sottolinea Frattini – rimane convinta che l’unica soluzione possibile alla questione nucleare iraniana è quella diplomatica. Auspichiamo fortemente che le Autorità iraniane, anche alla luce della Risoluzione adottata oggi dal Consiglio di Sicurezza, cambino atteggiamento, rispondendo costruttivamente alle richieste dell’ AIEA e chiarendo tutti i persistenti dubbi sulla natura del loro programma nucleare”.