Iran/ Il vicepresidente Rahim Mashaie, consuocero di Ahmadinejad, smentisce le sue dimissioni

Pubblicato il 20 Luglio 2009 11:25 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2009 11:36

Giallo in Iran sulle dimissioni di Esfandiar Rahim-Mashaie, il controverso primo vice presidente nominato da Mahmud Ahmadinejad. Dopo che era stata data notizia di una sua rinuncia all’incarico, e’ arrivata la smentita dello stesso Rahim-Mashaie.

“E’ una bugia, e’ una voce diffusa con un’azione coordinata da malintenzionati che vogliono rovinare l’immagine del governo”, ha dichiarato alla PressTv, la stessa emittente che aveva riferito delle sue presunte dimissioni. Il sito presidenziale, peraltro, non ha mai rimosso la foto di Mashaie e il consigliere stampa del presidente Ahmadinejad ha denunciato le pressioni arrivate dai settori piu’ oltranzisti perche’ rinunci all’incarico.

La scelta di Ahmadinejad di affidare al consuocero (il figlio del presidente ha sposato la figlia di Mashaie) la poltrona di primo vice presidente era stata criticata negli ambienti piu’ conservatori. In particolare a Mashaie viene rimproverata una dichiarazione dell’anno scorso quando sostenne che la repubblica islamica puo’ essere amica del popolo israeliano. Mashaie e’ stato il responsabile dell’organizzazione statale per il patrimonio culturale e il turismo. La sua nomina ha rappresentato la prima grana per Ahmadinejad nella formazione del nuovo governo, dopo le proteste di piazza per i presunti brogli che ne avrebbero permesso la rielezione alle presidenziali del 12 giugno.