Iran, un’immagine satellitare cattura i danni a una base militare

Pubblicato il 30 Novembre 2011 17:09 | Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2011 20:39

 

TEHERAN – La Bbc ha mostrato un’immagine satellitare che evidenzia i danni apparentemente estesi in una base militare a circa 40 km da Teheran. La causa è un’esplosione avvenuta all’inizio del mese: il 12 novembre un grosso scoppio ha ucciso 17 soldati ed è stato attribuito, dalle autorità iraniane, ai servizi segreti stranieri. Le immagini sono state realizzate dall’Insitute for Science and International Security di Washington, che ha riferito: “L’Iran stava lavorando su procedure volatili, che includono, apparentemente, il motore di un missile”.

Un’altra di una lunga serie di inspiegabili esplosioni è stata localizzata nella provincia centrale di Isfahan, alcuni giorni fa. In un periodo di crescenti tensioni, dovute alle ambizioni nucleari dell’Iran, Europa e Stati Uniti temono che la repubblica islamica stia sviluppando armi nucleari, nonostante le dichiarazioni di “pacifici intenti”. Ad aizzare il fuoco ci si mettono anche i media israeliani che danno notizia di possibili attacchi contro i siti nucleari iraniani, nella speranza di rallentare il programma di sviluppo.

Le Guardie Rivoluzionarie, poco dopo l’allarme del 12 novembre, si sono affrettate a descrivere l’esplosione come un incidente. Mentre un parlamentare ha parlato di scoppio di un deposito d’armi. Il gruppo militare istituito nel 1979 dopo la rivoluzione iraniana e posto a guardia del sistema islamico, è stato più volte oggetto di sanzioni da parte delle Nazioni Unite per via delle pressioni sul governo iraniano per ultimare i progetti di arricchimento dell’uranio.