Scontri tra Israele e Libano, il Consiglio di Sicurezza Onu si dice “inquieto”

Pubblicato il 3 agosto 2010 20:41 | Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2010 21:26

Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu e’ ”profondamente inquieto” per quanto successo oggi al confine tra Israele e Libano. Al termine di una riunione tenutasi al Palazzo di Vetro, l’ambasciatore russo alle Nazioni Unite Vitaly Tchourkine, presidente di turno in agosto, ha letto un comunicato a nome del Consiglio precisando che i 15 membri sono ”profondamente inquieti” e rivolgendo un appello alle parti di dar prova della ”massima moderazione”.

Ciurkin, a nome dei Quindici, ha anche chiesto alle parti di rispettare il cessate il fuoco e di evitare qualsiasi escalation. Su richiesta del Libano, membro non permanente del Consiglio di Sicurezza, il responsabile per le operazioni Onu di mantenimento della pace, Albert Le Roy, ha illustrato gli ultimi sviluppi della situazione in loco. Martin Nesirky, il portavoce del segretario generale dell’Onu, attualmente in viaggio in Giappone, ha indicato che Ban Ki Moon è ”molto preoccupato” dalla situazione alla frontiera tra Israele e Libano, chiedendo anche lui alle parti ”la massima moderazione”.