Israele, Netanyahu ha perso le elezioni: la sua coalizione senza maggioranza

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Settembre 2019 12:33 | Ultimo aggiornamento: 18 Settembre 2019 12:34
Israele al voto, perde Netanyahu

Il premier israeliano uscente Netanyahu al voto (Ansa)

ROMA – Il primo ministro uscente di Israele Benyamin Netanyahu e i suoi due alleati della destra ortodossa sono arrivati a 56 seggi su 120 nelle elezioni politiche indette a soli 5 mesi dall’ultimo voto. Non hanno più la maggioranza, un governo non possono farlo.

32 seggi per Benny Gantz, 31 per Netanyahu

Al 90% dello spoglio dei voti, Blu-Bianco di Benny Gantz supera con 32 seggi il Likud di Benyamin Netanyhu che ne conquista 31. Nel computo di coalizione, quella di destra avrebbe 56 seggi, quella di centro sinistra 55. Ago della bilancia resta Avigdor Lieberman con 9 seggi.

Entrambe le coalizioni senza maggioranza

La Lista Araba Unita è il terzo partito con 13 seggi. Entrambe le coalizioni non hanno la maggioranza, ma il dato più rilevante è la sconfitta del premier uscente, il leader in carica israeliano più longevo di sempre. Che ora rischia anche la fine politica: potrebbe non solo essere sacrificato dal Likud per un governo di unità nazionale, ma dovrà anche affrontare i numerosi processi che lo riguardano lontano dalla stanza dei bottoni.

E’ probabile a questo punto che a Benny Gantz, colui che ha preso più voti, sia affidato il primo mandato per la formazione del governo. “Nei prossimi giorni parlerò con Lieberman. Procederemo verso un governo allargato per riportare la società israeliana sulla retta via”, la sua prima dichiarazione. Il leader del partito centrista Blu-Bianco ha anche telefonato al leader della Lista araba unita Ayman Odeh. La Lista unita ha ottenuto un risultato notevole grazie ad una massiccia partecipazione alle elezioni dell’elettorato arabo. (fonte Ansa)