La Corea del Nord minaccia ”una punizione spietata’ contro gli Stati Uniti

Pubblicato il 1 Febbraio 2013 10:02 | Ultimo aggiornamento: 1 Febbraio 2013 10:03

Il leader nordcoreano Kim Jong-un

TOKYO, GIAPPONE – La Corea del Nord minaccia ”una punizione spietata” contro gli Stati Uniti assicurando che soldati e civili sono pronti ”a ogni azione”.

”I potenti mezzi dell’esercito di Pyongyang sono gia’ nella piena disponibilita’ e pronti per sferrare una punizione spietata e mostrare come e’ una vera e propria guerra”, ha rilanciato l’agenzia ufficiale Kcna, sempre in risposta alla recente stretta delle sanzioni votata dal Consiglio di Sicurezza dell’Onu.

La mossa prende ancora di mira la risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu che lo scorso mese, su iniziativa di Washington, ha adottato all’unanimita’ la stretta delle sanzioni contro il Nord per il lancio del razzo/satellite di dicembre.

Il dispaccio cita Song Kyong-hak, un ufficiale dell’Esercito Popolare di Corea, secondo cui c’e’ la ”piena e ferma volonta’ di annientare in un solo colpo le forze ostili che violano la sovranita’ del nostro paese”.

Lo scorso fine settimana, la Kcna ha riferito che il leader nordcoreano, il ‘giovane generale’ Kim Jong-un, ha promesso ”misure sostanziali e di alto profilo” contro gli Usa, a capo del fronte ”anti-Pyongyang” che ha portato alla censura Onu, ventilando l’ipotesi di un terzo test nucleare.

Soltanto pochi giorni prima, la Commissione nazionale di Difesa ha rilasciato una dichiarazione menzionando ”un test nucleare di livello superiore”, insieme a ulteriori lanci balistici a lungo raggio prendendo di mira gli Stati Uniti, ”il nemico giurato”.