La Turchia avverte la Siria: “Abbiamo potenti forze armate”

Pubblicato il 26 Aprile 2012 13:30 | Ultimo aggiornamento: 26 Aprile 2012 13:45

ANKARA – Il premier turco Recep Tayyip Erdogan ha lanciato un nuovo monito oggi alle autorita' di Damasco avvertendo che Ankara ''prendera' le misure opportune, quale paese Nato'' in caso di nuovi incidenti alla frontiera.

''Abbiamo potenti forze armate'' ha detto il premier islamico moderato turco in dichiarazioni ad Al-Jazira, di cui riferisce Hurriyet online. ''La Siria deve sapere che in caso di nuove violazioni della frontiera, la reazione della Turchia non sara' la stessa'' ha aggiunto.

Due settimane fa le forze di sicurezza di Damasco hanno sparato su profughi siriani che stavano attraversando il confine con la Turchia. Ankara aveva protestato e denunciato l'incidente davanti agli organismi internazionali.

Circa la mediazione in corso dell'ex-segretario Onu Kofi Annan Erdogan ha detto che per sorvegliare l'applicazione del cessate il fuoco in Siria ci vorrebbero non 300 ma due o tremila osservatori. ''Se il piano fallisce, credo che un compito molto importante attende il Consiglio di Sicurezza Onu''.