Libia, Ban Ki Moon: “Gravi violazioni dei diritti umani, fermare il massacro”

Pubblicato il 23 Febbraio 2011 22:27 | Ultimo aggiornamento: 23 Febbraio 2011 22:44

Ban Ki Moon

NEW YORK – Il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, ha detto che in Libia sono in atto ”gravi violazioni del diritto umanitario e dei diritti umani”.

Parlando con i giornalisti alle Nazioni Unite, Ban ha ribadito che ”le violenze vanno fermate” e che ”i responsabili di questo bagno di sangue devono essere puniti”.

Il segretario generale Ban Ki-moon ha accolto positivamente ”la decisione del Consiglio dei diritti umani dell’Onu di riunirsi d’urgenza venerdì (a Ginevra), prendendo in considerazione la possibilità di indagare su queste violazioni”.

Ban ha deciso di mandare alti funzionari in Medio Oriente e Nord Africa e ha sottolineato di essere in contatto costante con i suoi consiglieri speciali per la prevenzione del genocidio, Francis Dang, e per la responsabilita’ a proteggere i civili, Edward Luck. Ieri i due esperti avevano preparato una nota congiunta in cui si dicevano ”allarmati” per ”gli attacchi sistematici contro la popolazione civili dalle forze militari, i mercenari, l’aeronautica”.

Deng e Luck sostengono che ”se la natura e le dimensioni di questi attacchi saranno confermati, essi potrebbero chiaramente costituire crimini contro l’umanita’, e le autorita’ nazionali ne sarebbero responsabili”.