Libia, Frattini: “Molto preoccupati per gli effetti dell’immigrazione”

Pubblicato il 20 Febbraio 2011 21:22 | Ultimo aggiornamento: 20 Febbraio 2011 21:22

BRUXELLES – L’Italia ”sta seguendo molto da vicino tutte le situazioni” nel nord Africa ed e’ preoccupata ”per le ripercussioni” sui flussi migratori nel Mediterraneo. Lo ha detto il ministro Franco Frattini, rispondendo a domande sulla situazione in Libia e negli altri paesi della regione, al suo arrivo al consiglio esteri della Ue.

‘Come sapete, l’Italia e’ il paese piu’ vicino sia alla Tunisia che alla Libia e siamo estremamente preoccupati per le ripercussioni sull’immigrazione nel Mediterraneo del sud”, ha detto Frattini. Ad una domanda su quale dichiarazione europea sulla Libia l’Italia sara’ disposto a sostenere, il capo della Farnesina ha risposto: ”io sosterro’ ogni tipo di dichiarazione per promuovere la stabilita’, la sicurezza e la prosperita’ nel Mediterraneo”. Signor ministro non le pare che sia il caso di disturbare Gheddafi? ”Non capisco questa domanda”, ha risposto Frattini. La domanda faceva riferimento alle dichiarazioni fatte ieri da Berlusconi secondo le quali il premier non intende disturbare il leader libico con telefonate ora ”perche’ la situazione e’ in evoluzione”.