Libia, Teheran: “L’Occidente non ne approfitti per le basi militari”

Pubblicato il 1 Marzo 2011 8:41 | Ultimo aggiornamento: 1 Marzo 2011 8:46

Ramin Mehman-Parast

TEHERAN – ”Gli Usa e altri Paesi occidentali non approfittino della crisi in Libia per installarvi proprie basi militari”: lo ha affermato oggi il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Ramin Mehman-Parast.

Ieri, 28 febbraio, uno dei portavoce della Difesa americana, David Lapan, aveva detto che Washington stava riposizionando le sue forze armate, navali e aeree attorno all’area della Libia, ma il segretario di Stato americano Hillary Clinton ha detto che le navi americane non parteciperebbero ad un eventuale intervento militare.

Mehman-Parast, che parlava nella sua consueta conferenza stampa settimanale, è tornato a condannare ”il massacro” degli oppositori libici da parte del leader Muammar Gheddafi e ha annunciato che Teheran è pronta ”a fornire ogni tipo di assistenza umanitaria al popolo libico, compresa la cura dei feriti” in Iran.