Libia. Obama chiama Napolitano: “Grazie all’Italia per l’appoggio”

Pubblicato il 31 Marzo 2011 8:18 | Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2011 8:18

WASHINGTON – Barack Obama ringrazia l’Italia per ”l’appoggio costante alle operazioni della coalizione in Libia sotto il comando Nato”. Al termine di una giornata forse chiave per la crisi libica, dopo la fuga del ministro degli esteri Libico in Gran Bretagna, il presidente degli Stati Uniti ha chiamato il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, da qualche giorno in visita a New York. Una conversazione i cui contenuti sono stati resi noti da un comunicato ufficiale della Casa Bianca.

Traendo spunto dai recenti festeggiamenti per il 150esimo anniversario dell’unita’ d’Italia, Obama  è  tornato a congratularsi con Napolitano e con tutto ”il popolo italiano” per questa importante ricorrenza. Obama ha quindi affrontato con Napolitano il tema di maggiore risalto sulla scena internazionale, la crisi libica.

”Barack Obama – si legge nella nota diffusa dalla presidenza Usa – ha espresso il suo profondo apprezzamento al presidente Giorgio Napolitano e al premier Silvio Berlusconi per la promozione della pace e della stabilita’ in tutto il mondo e per il costante appoggio alle operazioni in Libia sotto il comando della Nato”.

Il presidente americano, sottolinea il comunicato, ”ha riconosciuto la competenza e la conoscenza dell’Italia della regione libica e ha ribadito la volonta’ di continuare con consultazioni ravvicinate tra i nostri due governi, in modo da agire per proteggere il popolo libico e far valere le risoluzioni 1970 e 1973 approvate dalle Nazioni Unite”.