Libia: gli Usa e la coalizione non vogliono uccidere Gheddafi

Pubblicato il 21 Marzo 2011 10:03 | Ultimo aggiornamento: 21 Marzo 2011 10:03

Gheddafi con Berlusconi

TRIPOLI – L’obiettivo della coalizione internazionale intervenuta militarmente in Libia è proteggere i civili dalla repressione del regime, come previsto dalla risoluzione 1973 delle Nazioni Unite, non eliminare il colonnello Muammar Gheddafi. Obiettivo che, come riporta il New York Times, è condiviso dagli Usa, che non vogliono uccidere il colonnello.

“L’obiettivo della coalizione è attuare la risoluzione, proteggere la popolazione”, ha dichiarato il portavoce della Casa Bianca. Alla domanda “colpireste Gheddafi, se sapeste dove si trova”, l’uomo ha risposto: “No, la risposta è no”. Il portavoce ha quindi affermato che l’operazione aerea lanciata sabato in Libia non è entrata in “una nuova fase, nel senso che non è cambiato l’obiettivo”.

“Quando abbiamo agito per primi, 48 ore fa, siamo intervenuti direttamente nello spazio aereo sopra Bengasi. Progressivamente sono stati dispiegati altri mezzi, che hanno iniziato a distruggere i centri di comando, la difesa antiaerea. E’ la stessa azione”.

L’obiettivo della risoluzione è quello “di proteggere la popolazione civile contro ogni minaccia e di esercitare una pressione sufficiente sul colonnello Gheddafi, attraverso limitazioni agli spostamenti, gli embarghi, il congelamento dei beni finanziari, in modo che tutte le parti coinvolte siano motivate a trovare una soluzione politica, che rimane l’obiettivo finale”.