Usa. “Niente cittadinanza ai figli di clandestini”, proposta del senatore repubblicano Graham

Pubblicato il 30 luglio 2010 20:58 | Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2010 20:58
Lindsey_Graham

Il senatore repubblicano Lindsey Graham

Togliere la cittadinanza americana, prevista dalla Costituzione, ai figli degli immigrati clandestini, nati negli Stati Uniti. E’ quanto propone un progetto di legge presentato dal senatore repubblicano, Lindsey Graham, eletto nella South Carolina.

In questo modo, Graham, intende modificare il 14/esimo emendamento alla Carta Costituzionale americana che sancisce proprio lo status di americano a tutti coloro sono nati nel Paese.

Secondo Graham, con una misura di questo tipo si potrà combattere con maggiore efficacia l’immigrazione illegale, un fenomeno rilevante visto che secondo le ultime stime sarebbero oltre 12 milioni le persone che vivono negli States senza documenti a posto.

”Queste persone – ha lamentato Graham – vengono qui da noi per avere un bambino che poi diventa automaticamente americano. Ora bisogna farla finita”. Il fenomeno che Graham vuole combattere il cosiddetto  ‘drop and leave’, ovvero ‘partorisci e poi riparti’.