Lockerbie, Clinton alla Libia: "Ora Megrahi torni in carcere"

Pubblicato il 23 ottobre 2011 17:24 | Ultimo aggiornamento: 23 ottobre 2011 18:25

NEW YORK, 23 OTT – Gli Stati Uniti ritengono che il libico Abdel Basset al Megrahi, l'unica persona condannata per la strage di Lockerbie del 1988, debba tornare in prigione per scontare l'ergastolo a cui e' stato condannato in Gran Bretagna.

''Vogliamo vederlo tornare in prigione, preferibilmente in Scozia, per scontare la sua condanna'', ha detto oggi la segretario di Stato Usa Hillary Clinton in un'intervista televisiva.

Quando un governo sara' insediato in Libia, ha anticipato la Clinton, ''rinnoveremo la nostra richiesta affinche' Megrahi, che non doveva essere liberato, ritorni in prigione per scontare la condanna che gli e' stata inflitta per l'orribile crimine che ha commesso contro i passeggeri del volo 103 della Pan Am''.

Un paio di settimane fa, parlando con la Reuters dalla sua casa di Tripoli, dove si trova ammalato, Megrahi ha detto che gli restano solo pochi mesi di vita e ha sostenuto che ''tra pochi mesi nuovi elementi sull'attentato saranno svelati''.

Meghrahi e' stato rilasciato dalle autorita' scozzesi due anni fa, dopo che e' stato colpito da un tumore, allora giudicato nella sua fase terminale.