Manovre navali Usa, Giappone, Sudcorea, avvertimento a Pyongyang

Pubblicato il 21 giugno 2012 15:26 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2012 17:18

La portaerei nucleare americana George Washington

WASHINGTON, STATI UNITI – Gli Stati Uniti, la Corea del Sud e il Giappone sono per la prima volta impegnati in manovre navali congiunte giovedi e venersi nelle acque a sud della penisola coreana, a quanto riferisce l’agenzia Jiji Press giapponese.

E’questa la prima volta che la Forza di Autodifesa Marittima (MSDF) nipponica partecipa a pieno titolo a manovre con forze navali americane e sudcoreane, sebbene in passato vi abbia partecipato in veste di osservatrice.

Alle manovre parteciperà la portaerei nucleare americana George Washington, normalmente ancorata a Yokosuka, nella prefettura giapponese di Kanagawa.

”Le manovre serviranno a migliorare la cooperazione e le comunicazioni tra le varie unità ”e facilitare gli interventi di assistenza nell’eventualità di disastri naturali”, ha fatto sapere il Pentagono.

Ma per quanto non detto esplicitamente, le manovre, specialmente con la partecipazione della portaerei nucleare americana, sono anche intese a lanciare un avvertimento alla Corea del Nord, che continua ad aumentare le tensioni nella penisola coreana e prosegue nel suo programma diretto a costruire un ordigno nucleare.

La MSDF ha inviato svariati ufficiali sudcoreani che hanno partecipato ad esecitazioni con gli americani quando a luglio del 2010 la Corea del Nord, secondo quanto è stato accertato, ha affondato con un siluro una nave da guerra sudcoreana in acque internazionali provocando la morte di 46 marinai.