Marea nera, Obama ci riprova: “Moratoria per le trivellazioni in mare aperto”

Pubblicato il 7 Luglio 2010 17:26 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2010 17:52

L’amministrazione Obama ha ribadito davanti a una Corte d’appello federale la sua richiesta di moratoria per le trivellazioni in mare aperto, riaprendo così la battaglia legale in corso ormai da quasi un mese con un giudice distrettuale della Louisiana, Martin Feldman, che il 22 giugno scorso aveva deciso di sospendere la moratoria di sei mesi voluta dal Governo.

Nella richiesta avanzata alla Corte, i legali dell’amministrazione chiedono di ribaltare la decisione del giudice, sottolineando che un periodo di moratoria e’ ”nell’interesse di lungo periodo della nazione”.

Secondo i legali dell’amministrazione, il ministero dell’Interno ha bisogno di tempo per definire nuove regole riguardanti le trivellazioni in mare aperto, e per questo – data la situazione d’emergenza nel Golfo del Messico – una moratoria sarebbe non solo opportuna ma necessaria. La compagnie petrolifere, invece, sostengono che un ”congelamento” di ogni attivita’ causerebbe invece un grave danno economico a tutta la zona, senza avere effetto alcuno sulla sicurezza degli impianti. La risposta della Corte Federale e’ prevista per domani.