Marò offesi dall’India, Napolitano: “Forte contrarietà”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Dicembre 2014 14:36 | Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre 2014 14:36
Marò offesi dall'India, Napolitano: "Forte contrarietà"

Marò offesi dall’India, Napolitano: “Forte contrarietà”

ROMA – Niente Natale in Italia per Salvatore Girone e Massimiliano Latorre. La Corte suprema indiana offende i due marò respingendo la richiesta dei due fucilieri di Marina. Latorre si trova in Italia per curare i postumi dell’ictus che lo ha colpito in India.

Ma non potrà prolungare quelle cure: il permesso scade e a gennaio dovrà tornare a New Delhi. Un “no” anche per Girone: non vede figlia e familiari dal marzo scorso, non potrà tornare a Natale. Le famiglie dei fucilieri hanno prudentemente evitato ogni commento, ma è il presidente Napolitano a esprimere “forte contrarietà”.

Trentatrè mesi sono passati dal febbraio 2012 quando Latorre e Girone scesero dalla Enrica Lexie e iniziarono l’infinita vicenda processuale per l’uccisione dei pescatori indiani. Dopo il “no” indiano il Quirinale ha diffuso una nota:

“Il presidente della Repubblica , fortemente contrariato dalle notizie giunte da Nuova Delhi circa gli ultimi negativi sviluppi della vicenda dei Marò resterà in stretto contatto con il governo e seguirà con attenzione gli orientamenti che si determineranno in Parlamento”.