Medio Oriente/ Israele accusa Venezuela e Bolivia di fornire uranio all’Iran

Pubblicato il 27 maggio 2009 13:47 | Ultimo aggiornamento: 27 maggio 2009 13:48

Il Venezuela e la Bolivia starebbero rifornendo l’Iran di uranio per il suo programma nucleare, secondo quanto afferma un rapporto segreto del governo israeliano di cui è venuta in possesso l’AP.

Il rapporto afferma che appoggiando l’Iran il presidente venezuelano Hugo Chavez sta cercando di indebolire la politica del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, il quale vorrebbe migliorare diplomaticamente i rapporti con Teheran.

Il ministro degli esteri boliviano Luis Alberto Echazu ha smentito le accuse contenute nel rapporto del governo israeliano, affermando che nel Paese non esistono giacimenti di uranio e che quindi tantomeno può esportarlo. Nessuna dichiarazione è invece ancora pervenuta dal governo venezuelano.

Sia il Venezuela che la Bolivia intrattengono buoni rapporti con l’Iran e tradizionalmente contrastano la politica estera americana e le azioni di Israele. Il Venezuela ha espulso l’ambasciatore Usa durante l’offensiva israeliana a Gaza di quest’anno, e la Bolivia ha interrotto le relazioni diplomatiche con lo stato ebraico.

Il rapporto del governo israeliano, scrive l’AP, è stato redatto nell’imminenza della visita in America Latina del vice-ministro degli esteri israeliano Danny Ayalon, che parteciperà la settimana prossima ad una riunione dell’Organizzazione degli Stati Americani in Honduras. In data ancora imprecisata visiterà l’America Latina anche il ministro degli esteri israeliano Avigdor Lieberman.

Israele considera l’Iran una seria minaccia per via del suo programma nucleare, della costruzione di missili a lunga gittata che potrebbero colpire Tel Aviv e delle affermazioni del presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad secondo cui lo stato ebraico deve essere distrutto.