Medio Oriente, Peres incontra Mubarak e ministro Esteri tedesco

Pubblicato il 22 Novembre 2009 8:30 | Ultimo aggiornamento: 22 Novembre 2009 9:59

Benyamin Netanyahu

“Uno sforzo diplomatico serrato” viene compiuto in questi giorni nel tentativo di giungere ad un’intesa per uno scambio di prigionieri fra Israele e Hamas. Lo afferma il quotidiano Israel ha-Yom, vicino al premier Benyamin Netanyahu. Il giornale scrive che anche in questo contesto vanno viste la missione del capo di stato israeliano Shimon Peres oggi 22 novembre al Cairo e la visita  a Gerusalemme di domani 23 novembre del ministro degli Esteri tedesco, Guido Westerwelle. Egitto e Germania fungono da mediatori fra Hamas ed Israele.

Secondo la radio militare rientra in questi contatti anche la decisione di Hamas, annunciata sabato 21, di imporre ad altre fazioni palestinesi la cessazione dei lanci di razzi sul Neghev israeliano. Da parte loro alcuni mezzi stampa arabi prevedono che lo scambio di prigionieri potrebbe essere annunciato in concomitanza con la Festa islamica del Sacrificio, che inizia venerdì 27.

In cambio del caporale israeliano Ghilad Shalit, prigioniero di Hamas a Gaza dal giugno 2006, Israele libererebbe centinaia di palestinesi condannati per aver partecipato ad attentati terroristici. Alcuni giornali precisano che in questi giorni viene discussa la richiesta di Hamas di ottenere la liberazione anche di alcune decine di arabi israeliani, fiancheggiatori dell’intifada.