Usa. Nel 2012 la figlia di McCain vuole prendere Obama ”a calci nel sedere”

Pubblicato il 23 Novembre 2010 13:40 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2010 13:40

Meghan Mccain

Meghan Mccain, figlia del senatore dell’Arizona John Mccain, ex-candidato repubblicano alle presidenziali del 2008, si è prefissa un obiettivo preciso: ”prendere a calci nel sedere” il presidente Barack Obama alle elezioni del 2012, dopo aver contribuito a sconfiggerlo, naturalmente.

Quando verrà la prossima stagione elettorale, Meghan, 26 anni, vuole diventare una stratega repubblicana, riferisce politico.com., ”perchè – dice – bisogna sloggiare Obama dalla Casa Bianca ed al suo posto metterci un repubblicano”.

Seppure Meghan ha creato delle divisioni nella sua ascesa alla testa del nuovo, giovane coservatorismo repubblicano, non mostra di avere peli sulla lingua. Alla presentazione del suo libro ”Dirty Sex Politics” (La Politica del Sesso Sporco) alla Miami Book Fair International, ha accusato l’amministrazione Obama ”di non aver fatto praticamente nulla”.

In precedenza Meghan ha rivelato episodi e drammatici conflitti all’interno della campagna presidenziale del padre nel 2008, affermando che la scelta della governtarice dell’Alaska Sarah Palin come vice creò ”panico” tra i consiglieri di Mccain. Nel suo libro, Meghan confessa che la scelta del padre la fece piangere.

In una recente intervista con Fox News, Meghan ha rifiutato di dire se appoggerebbe la Palin qualora diventasse la candidata repubblicana, aggiungendo di avere dubbi sulla sua capacità di vincere le elezioni.