Politica Mondo

Usa, elezioni. Scende in campo Michelle per aiutare il marito a vincere

Il presidente Barack Obama ed i suoi più stretti consiglieri hanno tirato fuori un asso dalla manica ed hanno deciso di usare la first lady Michelle nella campagna elettorale che si preannuncia combattutissima per le cruciali elezioni di medio-termine previste a novembre in cui saranno in ballo tutti i seggi della Camera dei Rappresentanti e 37 del Senato.

La decisione non è stata facile, ma alla fine ha prevalso la necessità di risollevare le sorti del partito che teme di perdere la maggioranza che attualmente detiene al Congresso. Dice l’esperto demoscopico John McLaughlin: ”La Casa Bianca ha un enorme interesse in queste elezioni, e la messa in gioco della first lady dimostra che sono disposti a spendere tutto il loro capitale politico per difendere le loro maggioranze”.

Il programma delle sortite elettorali di Michelle Obama non sarà pesante, ha precisato la Casa Bianca. Ne farà tre alla settimana e i suoi discorsi saranno tutt’altro che infiammatori. Si tratta di utilizzare la popolarità per entusiasmare la gente e spingere i finanziatori ad allargare i cordoni della borsa.

”Una mossa indubbiamente astuta”, dice ancora McLaughlin, che aggiunge: ”Se questa fosseuna partita di scacchi si potrebbe dire che i democratici hanno fatto scendere in campo la loro regina”.

La first lady si guarderà bene dal pronunciare discorsi duri nei confronti dei repubblicani, avendo ottenuto il loro appoggio nella camapgna da lei prmossa contro l’obesità”. Invece con gli elettori insisterà sui successi legislativi ottenuti dal marito. Il messaggio di Michelle, secondo quanto si è appreso, sarà in termini generali, tipo: ”Abbiamo molte cose da fare, e la persona al mio fianco è un alleato per portarle a compimento”.

To Top