Lockdown Usa, proteste in Michigan: suprematisti armati cercano di entrare in Parlamento FOTO

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 1 Maggio 2020 21:08 | Ultimo aggiornamento: 1 Maggio 2020 21:08
michiagan armati parlamento

Lockdown in Usa, in Michigan suprematisti cercano di entrare in Parlamento armati (Ansa)

ROMA – Alcune persone sono entrate armate nell’atrio del Parlamento del Michigan per chiedere la revoca delle restrizioni anti-coronavirus decise dalla governatrice democratica Gretchen Whitmer per arginare l’epidemia.

E’ accaduto a Lansing, la capitale dello Stato americano. I manifestanti, tutti o quasi senza mascherina, hanno riempito l’atrio e hanno chiesto di poter entrare nell’Aula. La polizia di Stato lo ha però impedito.

Molti parlamentari hanno scritto sui social di aver avuto paura: “Direttamente sopra di me, ci sono uomini con i fucili che ci urlano contro”, ha twittato Dayna Polehanki. La parlamentare ha allegato   una foto che mostra quattro uomini vestiti con tute mimetiche. tra loro, almeno uno è armato.

“Alcuni dei miei colleghi ora indossano giubbotti antiproiettile. Non ho mai apprezzato i nostri Sergeants at Arms (gli agenti del Parlamento ndr) così tanto”, ha aggiunto la Polehanski.

Fuori intanto, tra i manifestanti c’era chi aveva in mano un poster della governatrice Gretchen Whitmer nei panni di Adolf Hitler.  

Ad organizzare la  protesta è “Michigan United for Liberty”, partito di suprematisti bianchi che conta quasi 9mila iscritti: “Non accettiamo o acconsentiamo a limitare o sospendere i nostri diritti inalienabili per nessun motivo, inclusa la pandemia di Covid-19”, si legge sulla pagina Facebook del gruppo.

“Riteniamo che tutti gli americani e tutti gli abitanti del Michigan abbiano il diritto di lavorare per sostenere le proprie famiglie, viaggiare liberamente, radunarsi per il culto religioso e altri scopi, radunarsi per protestare contro il Governo e dirigere la propria assistenza sanitaria”. 

La protesta segue quanto deciso da una sentenza del Tribunale secondo la quale le restrizioni decise dalla governatrice Gretchen Whitmer non avevano leso i diritti costituzionali.

Michigan, proteste contro il lockdown: l’appoggio di Donald Trump

 “Il governatore del Michigan dovrebbe dare un po’ e spegnere l’incendio”, ha twittato Trump in evidente sostegno ai manifestanti.

“Queste sono persone molto brave, ma sono arrabbiate. Vogliono riavere indietro le loro vite, in modo sicuro! Guardale, parla con loro, fai un affare.”

Preoccupato per l’arrivo di un picco di disoccupazione e per degli elettori sempre più arrabbiati che potrebbero minare le sue prospettive di una rielezione alla Casa Bianca, Trump ha incoraggiato i governatori ad allentare le restrizioni emanate nel tentativo di rallentare la diffusione del coronavirus (fonte: RaiNews, Ansa).

michiagan armati parlamento2

Ansa

michiagan armati parlamento2

Ansa