Midterm, Trump conserva il Senato. I democratici vincono alla Camera

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 novembre 2018 8:19 | Ultimo aggiornamento: 7 novembre 2018 8:20
Midterm, Trump conserva il Senato. I democratici vincono alla Camera (foto Ansa)

Midterm, Trump conserva il Senato. I democratici vincono alla Camera (foto Ansa)

ROMA – I democratici soffiano la Camera dei rappresentanti a Trump. I repubblicani però mantengono il Senato conquistando anche qualche seggio in più. Questo, in sintesi, il risultato delle elezioni di Midterm. Trump esulta. Infatti in molti avevano parlato di una possibile onda blu che avrebbe travolto il presidente americano. L’onda blu non c’è stata. Ma comunque ora Trump, dopo aver perso la Camera, sarà costretto a negoziare con i democratici per far passare le leggi,

Con le elezioni di Midterm si rinnova la Camera dei Rappresentanti, si elegge un 1/3 dei 100 senatori e si votano 36 dei 51 governatori.

Al Senato da segnalare la sconfitta in Texas di Beto O’Rourke, possibile candidato alle presidenziali del 2020, contro un peso massimo del partito repubblicano: Ted Cruz. In Vermont è stato rieletto Bernie Sanders.

Ma è soprattutto alla Camera che si registrano i risultati più sorprendenti. Come la vittoria di Ayanna Pressley che diventa la prima donna afroamericana eletta alla Camera in Massachusetts. 

 Rashida Tlaib invece entra nella storia come la prima musulmana eletta in Congresso.

La 42enne ha vinto l’elezione in Michigan per la Camera dei Rappresentanti. A lei è seguita poche ore dopo anche Ilhan Omar, 39enne musulmana di origini somale, eletta in Minnesota.

Nel Bronx, distretto di New York, ha vinto con uno degli astri nascenti del partito democratico. Alexandria Ocasio-Cortez, con i suoi 29 anni, è la più giovane eletta al Congresso nella storia americana.

I governatori.

In Florida cade una delle più grosse speranze democratiche, con la vittoria di Ron De Santis, un “falco” sostenuto con forza da Donald Trump contro il sindaco di Tallahassee Andrew Gillum, che sarebbe stato il primo governatore afroamericano del Paese.

In Colorado poi è stato eletto il primo governatore, democratico, dichiaratamente gay. Si tratta di Jared Polis.