Midterm negli Usa, la sconfitta Pelosi si difende: “Non abbiamo perso per causa mia”

Pubblicato il 16 Novembre 2010 15:02 | Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2010 15:02

Nancy Pelosi

“Non abbiamo perso per colpa mia”: Nancy Pelosi si difende e dice di non aver nulla da rimproverarsi per la disfatta del partito nelle scorse elezioni di medio termine del 2 novembre.

L’ex speaker del Congresso si difende in un’intervento alla Radio Pubblica Nazionale. “Gli altri membri del partito non lo accettano, ma la verità è che io non c’entro nulla con la sconfitta”.

Invece Pelosi attribuisce la perdita di almeno 60 seggi all’eccessiva disoccupazione e a “cento milioni di fondi di provenienza sconosciuta”. “Un partito che non sa trasformare una disoccupazione al 9,5 per cento in un vantaggio politico dovrebbe ritirarsi”.

L’intervista alla Radio Nazionale è una delle prime concesse da Pelosi dopo che un numero sempre crescente di democratici ha iniziato a lamentarsi pubblicamente della sua decisione di cercare un suo anche con una minoranza.

Pelosi indica come causa delle antipatie la sua “costanza nel fare gli interessi di Washington”, soprattutto per quanto riguarda la riforma sanitaria e le industrie dei servizi finanziari”. “Sono diventata un bersaglio, dice, perché sono politicamente saggia”.