Migranti, Germania segue Francia e Malta e ne accoglie 50

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 luglio 2018 15:02 | Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2018 17:02
Migranti, Germania segue Francia e Malta e ne accoglie 50

Migranti, Germania segue Francia e Malta e ne accoglie 50 (Pozzallo, la nave Frontex in rada, foto Ansa)

BERLINO – La Germania segue l’esempio di Francia e Malta e accoglierà 50 delle 450 persone migranti che sono a bordo di due navi della Guardia di Finanza e di Frontex. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Lo rendono noto fonti di governo che definiscono i segnali che arrivano da altri Paesi Ue “un successo”.

“Francia e Malta prenderanno rispettivamente 50 persone dei 450 migranti trasbordati sulle due navi militari. A breve arriveranno anche le adesioni di altri Paesi europei. È il primo importante risultato ottenuto oggi, dopo una giornata di scambi telefonici che ho avuto con tutti i 27 leader europei”, ha scritto su Facebook il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. “Finalmente l’Italia è ascoltata”, ha aggiunto.

La posizione del governo, dopo un telefonata tra il premier Conte e il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, è infatti quella di ridistribuire subito in Paesi europei i 450 migranti soccorsi dalle due navi militari italiane e in navigazione verso la Sicilia o non sarà consentito loro di sbarcare in Italia.

“Gli eventi nel Mediterraneo confermano che è della massima urgenza dare seguito, attuandole senza esitazioni, alle conclusioni del Consiglio europeo di fine giugno”, ha scritto Conte nella lettera inviata a Juncker, Tusk e ai leader Ue. “Ti chiedo di dare un segnale inequivocabile di condivisione della responsabilità” con “un’azione di condivisione a livello europeo” sui 450 migranti soccorsi la scorsa notte. “Anche l’Italia sarebbe pronta a prenderne una quota”.

L’Italia intende organizzare “una Conferenza internazionale sulla gestione della migrazione, indicativamente verso la fine del prossimo mese di ottobre”, ha annunciato il presidente del Consiglio nella lettera inviata ai presidenti della Commissione e del Consiglio europeo Jean-Claude Juncker e Donald Tusk. “L’obiettivo – scrive Conte – è imprimere un ulteriore, concreto impulso, insieme agli stakeholders europei ed internazionali” ad una “gestione organizzata e condivisa dei flussi migratori nel rispetto della tutela della persone umana, dentro e fuori l’Europa”.