Il premier israeliano Netanyahu: “L’Occidente agisca in Iran come in Libia”

Pubblicato il 22 Marzo 2011 19:55 | Ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2011 20:12

Benjamin Netanyahu

GERUSALEMME – Il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha chiesto oggi all’Occidente di comportarsi con l’Iran come sta ora facendo nei confronti della Libia. In un intervento alla Knesset Netanyahu ha affermato che i sconvolgimenti in corso in Libia e in diversi stati della regione non sono cominciati, come si ritiene, a Tunisi ma un anno e mezzo fa in Iran quando ”in milioni sono scesi in piazza per chiedere libertà, uguaglianza e diritti”.

”Se il mondo democratico – ha continuato – si mobilita per impedire al regime dittatoriale in Libia di compiere stragi nel paese, io mi aspetto dai paesi occidentali e dalla comunità internazionale che minaccia Gheddafi analoghe pressioni sull’Iran”.

Secondo Netanyahu ”l’Iran è per lo meno come la Libia e la sua importanza è molto più grande. I suoi inviati, i suoi sostenitori e tifosi continuano a silurare la pace e la sicurezza nella nostra regione”.