Mutilazioni genitali, convegno Aidm a Roma

Pubblicato il 28 marzo 2009 10:21 | Ultimo aggiornamento: 12 maggio 2009 10:23
Il problema delle mutilazioni genitali femminili e’ al centro del Convegno dell’Aidm (Associazione Italiana Donne Medico) che si terra’ a Roma, dal 20 al 22 Marzoal Crowne Plaza, dal titolo : “La medicina delle differenze il genere e le culture della guarigione: la medicina di genere tra scienza e societa’”. Oltre alla Presidente Nazionale A.I.D.M., Dott.ssa Ornella Cappelli e tutte le Presidenti dell’Associazione, parteciperanno anche il Dott. Amedeo Bianco (Presidente FNOMCeO) e il Dott. Mario Falconi (Presidente Ordine dei Medici di Roma). L’Italia e’ il Paese europeo con il piu’ alto numero di donne che hanno subito mutilazioni genitali, poiche’ e’ meta di immigrati provenienti da aree ampiamente interessate ( Somalia, Etiopia ed Eritrea ). Sono circa 94 mila le donne vittime di pratiche di mutilazione, che vanno dall’escissione del prepuzio clitorideo all’infibulazione completa con restringimento vaginale e tale numero aumenta ogni anno di 500 bambine nella clandestinita’, con gravi rischi per la salute. Dell’argomento ne discutera’ il Prof. Aldo Morrone, Direttore generale del San Gallicano, in una relazione in cui esporra’ anche altri dati sulla medicina transculturale, ma al congresso interverranno medici di varie specialita’.