New York Times/ La pirateria nasce e prolifera quando a terra regna l’anarchia e finiscono i conflitti tra le grandi potenze

Pubblicato il 14 Aprile 2009 10:39 | Ultimo aggiornamento: 14 Aprile 2009 10:39

Il New York Times pubblica un’analisi sul crescente fenomeno della pirateria di Robert Kaplan, giornalista della rivista mensile americana ”The Atlantic” e membro anziano del Centre for a New American Society.

Secondo Kaplan la pirateria nasce e prolifera quando a terra regna l’anarchia, come in Somalia, uno stato in disfacimento che ha la costa più lunga di tutto il continente africano.

Inoltre, secondo Kaplan, la pirateria tende ad aumentare quando cessano i conflitti tra le grandi potenze. Con la scomparsa dell’Unione Sovietica e dei suoi stati-clienti in Africa, e la diminuzione dell’influenza americana nel Terzo Mondo, guerre irregolari sono scoppiate sia a terra che in mare, e continueranno ad esistere ancora a lungo.