Nigeria, Londra: “Roma? La nostra priorità era risolvere la situazione”

Pubblicato il 9 Marzo 2012 13:07 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2012 13:57

LONDRA – ”La nostra priorita’ era rispondere alla situazione sul terreno”: lo ha detto un portavoce di Downing Street rispondendo alle proteste italiane per il raid in Nigeria. Chris McManus e Franco Lamolinara non sono rimasti vittima di fuoco incrociato.

”La priorita’ sul terreno era assicurare la liberazione degli ostaggi”, ha detto il portavoce di Downing Street. ”Dal terreno veniva il forte consiglio di agire rapidamente”, ha aggiunto il portavoce sottolineando che in passato c’erano stati ripetuti e frequenti contatti tra autorita’ britanniche e italiane sulla sorte di Lamolinara e McManus. L’ambasciatore britannico a Londra sarebbe stato in contatto con le autorita’ italiane ma il portavoce ha detto anche che finora Londra non ha ricevuto nessuna protesta ufficiale da parte del governo italiano.

Il Regno Unito condividera’ con l’Italia ogni elemento emerso dall’inchiesta sul blitz fallito per la liberazione degli ostaggi in Nigeria: ”Metteremo in comune ogni informazione di intelligence. Anche noi vogliamo capire esattamente cose e’ successo. E’ una lezione per altre eventuali azioni di questo tipo”, ha detto a SkyNews il ministro della difesa Phil Hammond.