Nord Corea, storica stretta di mano Trump-Kim oltre il confine. E’ il primo presidente Usa a varcarlo

di Daniela Lauria
Pubblicato il 30 giugno 2019 9:51 | Ultimo aggiornamento: 30 giugno 2019 11:18

Nord Corea, storica stretta di mano Trump-Kim oltre il confine. E' il primo presidente Usa a varcarlo 03PYONGYANG – Storica stretta di mano tra il presidente Usa, Donald Trump e il leader nordcoreano, Kim Jong-Un, lungo la linea di demarcazione tra le due Coree. Poi Trump ha oltrepassato il confine: è il primo presidente Usa a entrare in Nord Corea. 

Il memorabile passo è avvenuto nella cosiddetta Joint Security Zone (JSA), nella zona cuscinetto al 38esimo parallelo che fu simbolo della Guerra Fredda e l’unico luogo in cui i soldati delle due Coree si trovano a poche decine di metri di distanza. Lì lo scorso anno hanno avuto luogo i due vertici tra Kim e il presidente sud-coreano Moon Jae-in. 

Panmunjom, il “villaggio della pace”, è il punto della zona demilitarizzata dove venne firmato l’armistizio che pose fino alla guerra di Corea (1950-53). Trump, ha attraversato da solo il confine su invito di Kim, camminando per pochi metri prima di raggiungere la strada, fermandosi per una nuova e robusta stretta di mano. Entrambi sono tornati indietro fino alla linea di demarcazione dove si sono messi in posa per le foto di rito. Entrambi hanno poi riattraversato il confine e sono tornati al Sud, concedendosi ai media per alcuni minuti. 

“E’ un momento storico”, ha detto sorridente Kim Jong-un salutando Trump. “E’ un piacere vederti di nuovo”, ha replicato l’ex tycoon. “Passare al di là della linea è stato un grande onore”, ha aggiunto sottolineando che quella con Kim è “una grande amicizia”. Il supremo comandante ha ricambiato, dicendo che “non si sarebbe mai aspettato” che si sarebbero potuti incontrare lì. Non solo: il 35enne dittatore ha ricevuto un invito ufficiale alla Casa Bianca, anche se non c’è alcuna data e serviranno probabilmente ulteriori progressi.

5 x 1000

I due leader sono poi tornati al Sud dove si è affacciato anche il presidente sudcoreano Moon Jae-in. Con quest’ultimo Trump ha visitato la torretta d’osservazione nella parte sud della Dmz, tradizionalmente ispezionata in passato dai leader americani. Trump, rispetto ai suoi predecessori, non indossa però il tradizionale giubbotto militare Usa, ma è in giacca e cravatta. “Qui c’era un grande conflitto, un tremendo conflitto e morte tutto qui intorno. Era un posto pericoloso, molto pericoloso”, ha detto il presidente Usa. “Adesso, sembra estremamente pacifico. E’ un mondo completamente differente e lo dico ancora per quelle persone che dicono che niente è stato raggiunto”. Tutto è cambiato da quando “ho iniziato a incontrare” Kim, ha precisato.

L’incontro con Kim Jong-un è durato un’ora e dovrebbe far ripartire il dialogo tra le due Coree e sulla denuclearizzazione. I colloqui riprenderanno nel giro “di due, tre settimane”, ha detto Trump, precisando che non ci sarà un allentamento delle sanzioni. Il nuovo disgelo con Pyongyang offre però al presidente americano un assist in chiave interna, nella corsa per la rielezione alla Casa Bianca. (Fonte: Ansa)

Nord Corea, storica stretta di mano Trump-Kim oltre il confine. E' il primo presidente Usa a varcarlo 01

Nord Corea, storica stretta di mano Trump-Kim oltre il confine. E' il primo presidente Usa a varcarlo 02

Nord Corea, storica stretta di mano Trump-Kim oltre il confine. E' il primo presidente Usa a varcarlo 03

Nord Corea, storica stretta di mano Trump-Kim oltre il confine. E' il primo presidente Usa a varcarlo 04

Nord Corea, storica stretta di mano Trump-Kim oltre il confine. E' il primo presidente Usa a varcarlo 05