Politica Mondo

Nucleare Iran, Ahmandinejad: “Chi oserà ispezionare le nostre navi se ne pentirà”

Mahmoud Ahmadinejad

L’Iran risponderà ”immediatamente” nei confronti di qualsiasi Paese che sottoponesse ad ispezioni le sue navi, nonostante queste siano consentite da una risoluzione approvata dal Consiglio di Sicurezza dell’Onu il 9 giugno scorso. Lo ha detto  il presidente Mahmud Ahmadinejad. ”Chiunque ispezioni le nostre navi riceverà la reazione immediata della nazione iraniana, e l’esperienza insegna che questa reazione porta sempre al pentimento”, ha affermato Ahmadinejad, citato dall’agenzia Isna.

Rivolgendosi a quelle che ha definito ”le potenze”, il presidente iraniano ha aggiunto: ”Ne abbiamo sepolti a centinaia come voi, e di loro non è rimasto nulla”. Anche il Parlamento nei giorni scorsi ha approvato una legge in cui chiede al governo di reagire ad eventuali ispezioni delle navi iraniane, anche se non ha precisato come.

Tra le misure previste dalla risoluzione dell’Onu, la 1929, vi sono il congelamento delle transazioni all’estero di 40 società iraniane e il divieto di vendita all’Iran di sistemi d’armamento avanzati.

To Top