Obama: “Al Qaeda prepara attacchi agli Stati Uniti. Guantanamo? Va chiusa”

Pubblicato il 21 maggio 2009 17:48 | Ultimo aggiornamento: 21 maggio 2009 17:53

Al Qaeda sta attivamente pianificando di attaccare di nuovo gli Stati Uniti”. Per la seconda volta da quando  è presidente Obama annuncia pubblicamente che qualcosa di dannatamente preoccupante arriva con i “report” quotidiani dell’intelligence sul tavolo dello Studio Ovale. Qualcosa che vale un allarme e forse qualcosa in più. Obama ricorda: “Gli Usa  sono in guerra con Al Qaeda stessa e tutte le sue cellule terroristiche», lo fa in un discorso a Washington dedicato alla sicurezza nazionale. Obama ha poi aggiunto: «Sappiamo che esiste questa minaccia, che sarà con noi per lungo tempo, e che dobbiamo usare tutte gli elementi in nostro potere per sconfiggerla».

Il presidente degli Stati Uniti ha poi criticato duramente la prigione militare di Guantanamo: «Ha indebolito la nostra sicurezza nazionale e va quindi chiusa, l’intenzione è di smantellarla entro il prossimo gennaio». Secondo il piano di Obama, i detenuti saranno trasferiti all’estero o in carceri di massima sicurezza.

Il discorso di Obama si è poi ampliato toccando la presidenza Bush e la sua lotta al terrorismo: «Alcune decisioni sono state prese credo con il desiderio sincero di difendere il Paese, ma erano decisioni basate sulla paura piuttosto che su una visione politica, caratterizzate inoltre dalla messa da parte di tutti i valori ed i principi che sono il miglior strumento della nostra difesa nazionale. Ora siamo una nazione che ha chiuso le camere di tortura».