Obama contro i carretti degli hot dog in strada

Pubblicato il 7 Giugno 2012 21:53 | Ultimo aggiornamento: 7 Giugno 2012 22:53

NEW YORK, 7 GIU – La Grande Mela dichiara guerra a hot dog e kebab. Questa volta pero' non si tratta di una questione di salute, come nel caso del bando alle bibite gassate in formato extra large. Il problema e' il 'traffico' pedonale che congestiona i marciapiedi di New York.

A finire nel mirino sono i famosi maxi-carretti ambulanti che vendono hot dog e altri cibi preconfezionati, parte integrante del paesaggio di Manhattan. Il Dipartimento della Sanita' ha annunciato un giro di vite contro i carretti non motorizzati, che d'ora in poi non potranno essere piu' grandi di 1,5 metri per 3. In questo caso il progetto non e' basato sulla lotta all'obesita' dei newyorkesi, ma si cerca di ridimensionare il volume dei mezzi, che negli anni sono cresciuti a dismisura, e in certi casi occupano interamente lo spazio del marciapiede, creando notevoli disagi alla circolazione.

I funzionari del sindaco Michael Bloomberg hanno inoltre fatto sapere che chiariranno anche le norme richieste sulla sicurezza alimentare a seconda dei prodotti venduti. I carretti ambulanti hanno dato vita nel corso degli anni ad un vero mercato nero, tant'e' che il Department of Investigation ha scoperto che le licenze per uno dei mezzi siano arrivate addirittura a toccare quota 15.000 dollari.