Obama cresciuto da una 'tata' trans

Pubblicato il 5 Marzo 2012 19:21 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2012 19:25

LONDRA, 5 MAR – Non e' il primo presidente degli Stati Uniti cresciuto da una nanny, ma il caso di Barack Obama e' veramente singolare. Giornalisti americani hanno scoperto in uno slum di Giakarta la persona che si e' presa cura del numero uno degli Usa quando era bambino e abitava in Indonesia: Evie, che all'anagrafe esce come Turdi, e' un transessuale.

''Ho sempre saputo in cuor mio di essere una donna ma non volevo morire cosi''', ha detto Evie raccontando all'Associated Press le peripezie della sua vita dopo la partenza della famiglia di Obama dal Sud Est Asiatico: nessuno voleva darle un lavoro cosi' fini' per fare la prostituta spesso picchiata dai soldati del dittatore Suharto: ''Da allora non mi sono piu' vestita da donna''.

'Barry' Obama, come veniva chiamato allora, ha abitato ed e' andato a scuola in Indonesia dai sei ai dieci anni con la madre, l'antropologa Ann Dunham, e il suo secondo marito Lolo Soetoro. Da Giakarta la saga di Evie e' rimbalzata oggi sui media britannici. Mamma Ann aveva conosciuto Evie a un cocktail party nel 1969. Conquistata dalle sue abilita' culinarie, l'aveva assunta come cuoca ma ben presto le sue mansioni si erano estese alla cura di Barry e della sua sorellina minora Maya. ''Lui rideva come un matto quando mi mettevo il rossetto di sua madre anche se non ne ha mai capito le ragioni. Era cosi' piccolo. Da lui non mi sono mai fatta vedere vestita da donna''.

Il suo destino era cambiato con la partenza dei Soetoro da Giakarta nel 1971: ''Cercai lavoro come cameriera ma nessuno mi dava lavoro''. Per sopravvivere Evie comincio' a vendersi in strada, un destino comune a quello di molti 'banshees', come vengono chiamati i transessuali, cosi' come quello di venir arrestati e picchiati di santa ragione e torturati dalle forze di Suharto: ''Una mia amica mori' annegata mentre cercava di scappare. Da allora non mi sono piu' travestita''.

Ma adesso, pur vivendo ai margini della societa', un certo orgoglio cova nel cuore del 66enne trans che ha accudito Obama bambino: assieme alla speranza che adesso il presidente degli Stati Uniti faccia quanto e' in suo potere per aiutare persone come lei. La Casa Bianca non ha commentato la storia dell'Associated Press, ma nel 2010 Obama ha nominato Amanda Simpson come consulente tecnico del Dipartimento al Commercio: la prima persona apertamente transessuale a entrare al governo.