Obama in Ghana/ Incontra il presidente Atta-Mills e gli dice che ”l’ Africa non è sola”

Pubblicato il 11 Luglio 2009 13:22 | Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2009 13:22

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha incontrato sabato ad Accra, capitale del Ghana, il presidente John Atta-Mills, uno dei pochi capi di stato africani eletto democraticamente. E’ questa la prima visita di Obama nell’Africa subsahariana da quando è stato eletto alla Casa Bianca, primo presidente di origine africana nella storia degli Stati uniti. Obama ha detto ad Atta-Mills che ”l’Africa non è sola”.

L’accoglienza ricevuta da Obama è stata festosa: gente plaudente per le strade e cartelli che inneggiavano ai due presidenti. Il capo della Casa Bianca e il presidente Atta-Mills si sono stretti la mano davanti al palazzo presidenziale mentre una banda suonava gli inni nazionali dei due Paesi.

Prima della visita Obama ha detto di aver scelto il Ghana per sottolineare ”la sua fedeltà ai principi ed alle istituzioni democratiche, assicurando la stabilià che genera la prosperità”.

”Non si tratta solo di un concetto astratto che cerchiamo di imporre all’Africa”, ha detto Obama, che ha così continuato: ”Il continente africano è un luogo di staordinarie promesse e sfide, e non saremo in grado di esaudire quelle promesse se non si creano forme migliori di governo”.

Per Obama, inoltre, il Ghana simbolizza un’Africa lontana dalle vecchie immagini di guerra, miseria e corruzione. Atta-Mills è stato eletto lo scorso dicembre in una pacifica ed onesta consultazione che è stata di esempio per tutta l’africa.

Il Capo della Casa Bianca più tardi in giornata prouncerà un atteso discorso davanti al parlamento di Accra, in cui delinearà l’importanza del buon governo e dell’uso assennato degli aiuti esteri, e poi, accompagnato dalla moglie Michelle visiterà il castello di Cape Coast, dove venivano rinchiusi gli schiavi prima di essere strasportati in America in condizioni durissime.

Il portavoce della Casa Bianca, Robert Gibbs, ha dichiarato che la visita in Ghana ”e’ per il presidente e per gli Stati Uniti al contempo speciale ed importante perchè da qui Obama esporrà la sua visione per il futuro dell’Africa”.

La coppia presidenziale farà ritorno negli Stati Uniti in serata.