Obama/ Riforma sanitaria, la Casa Bianca perde consensi: sotto il 60% per la prima volta in sei mesi

Pubblicato il 21 Luglio 2009 14:58 | Ultimo aggiornamento: 21 Luglio 2009 17:12
235943_DCSA106_AP

Barack Obama

Per la prima volta dal suo insediamento, l’indice di gradimento di Barack Obama è sceso al di sotto del 60%, perdendo sei punti nell’ultimo mese.

Colpa, secondo degli analisti, dell’insofferenza e dello scetticismo dell’opinione pubblica, specie degli elettori indipendenti,  riguardo alla riforma della sanità.

Insofferenza trainata dagli attacchi dei parlamentari repubblicani  – il presidente del partito repubblicano Michael Steele ha ieri denunciato la riforma voluta da Obama come un piano che «fa paura» e che potrebbe rovinare «un’intera generazione», ma anche da un gru ribellioni interne allo stesso partito democratico.

Nonostante tutto, i cardini del progetto di riforma sanitaria di Obama continuano a riscuotere il consenso della maggioranza degli americani: al 54% piace una riforma che imponga l’assicurazione medica a tutti, crei un piano pubblico in concorrenza con le assicurazioni private e trovi risorse grazie a tasse sui redditi più alti e a penali per le grandi aziende che non offrono assistenza.