Obama: “Stronzate le critiche alla mia politica in Siria”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Agosto 2014 0:28 | Ultimo aggiornamento: 13 Agosto 2014 0:40
Obama: "Stronzate le critiche alla mia politica in Siria"

Barack Obama (Foto Lapresse)

WASHINGTON – “Le critiche alla mia politica sulla Siria? Tutte stronzate”: è quanto avrebbe detto il presidente americano Barack Obama, secondo quanto riferisce il quotidiano online Daily Beast. 

Obama si è scagliato contro alcuni deputati che avevano attaccato la sua gestione della crisi in Siria, criticando in particolare la decisione di non armare i ribelli contro Bashar al Assad, e avrebbe liquidato senza mezzi termini le loro accuse come ‘horseshit’, stronzate, appunto.

I commenti di Obama risalgono ad un incontro privato avvenuto lo scorso 31 luglio tra il presidente e un gruppo di leader bipartisan al Congresso.

Daily Beast cita la testimonianza di due persone che erano presenti all’incontro. Queste raccontano che diversi deputati, tra cui Bob Corker (figura di spicco della commissione Esteri del Senato) avrebbero criticato apertamente il fatto che Obama non avesse provveduto ad armare a sufficienza e tempestivamente i ribelli siriani (critica adombrata alcuni giorni dopo anche da Hillary Clinton in un’intervista).

Il presidente, secondo le stesso fonti, avrebbe tuttavia continuato a difendere la sua politica sulla Siria, contestando che armare prima l‘opposizione a Bashar al-Assad potesse produrre un risultato migliore. E poi sarebbe sbottato bollando appunto come “horseshit” la recriminazione dei suo detrattori.

La Casa Bianca, dal canto suo, non ha negato il ‘battibecco’ fra Obama e i suoi interlocutori sulla Siria, ma non ha confermato l’uso dell’espressione attribuita al presidente.