Onu non cede a Trump: no a Gerusalemme capitale di Israele

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 dicembre 2017 18:47 | Ultimo aggiornamento: 21 dicembre 2017 18:49
Onu -Trump-Gerusalemme

Onu non cede a Trump: no a Gerusalemme capitale di Israele (Foto Ansa)

NEW YORK – I Paesi membri delle Nazioni Unite non hanno ceduto al ricatto lanciato da Washington e hanno detto no al riconoscimento di Gerusalemme capitale di Israele da parte dell’amministrazione Trump.

Giovedì 21 dicembre l’Assemblea generale dell’Onu ha approvato a larghissima maggioranza la risoluzione presentata da Yemen e Turchia che condanna il riconoscimento da parte americana che nelle ultime settimane ha causato aspri scontri in un Medio Oriente già in grande tumulto. La risoluzione è passata con 128 voti a favore, 9 contro e 35 astensioni.

“L’America sposterà la sua ambasciata a Gerusalemme, ed è questa la cosa giusta da fare. Nessun voto farà cambiare questo proposito. Ma questo è un voto che gli Stati Uniti terranno a mente”, ha detto, al termine della votazione, l’ambasciatrice americana all’Onu Nikki Haley, che nei giorni scorsi con un tweet aveva avvertito i Paesi membri delle Nazioni Unite: “Prenderemo i nomi di chi voterà la risoluzione di condanna”.

“Questo voto finirà nel secchio della spazzatura della storia”, è stato il commento del rappresentante israeliano all’Onu, mentre il premier Benjamin Netanyahu in precedenza aveva definito l’Onu “la casa delle bugie”.”Gerusalemme – ha detto il premier – è la capitale di Israele, che l’Onu la riconosca o no. Ci sono voluti 70 anni prima che gli Stati Uniti la riconoscessero come tale, e ci vorranno anni anche per l’Onu”. Netanyahu ha quindi ribadito che altri Stati riconosceranno Gerusalemme capitale del Paese.