Papa in Gb, padre Lombardi: “Nella continua diretta tv si è vista la sua umiltà”

Pubblicato il 21 Settembre 2010 10:09 | Ultimo aggiornamento: 21 Settembre 2010 10:42

Benedetto XVI

”Il Papa è stato visto in tv continuamente in diretta per quattro giorni da un intero popolo, oltre che da molti accorsi di persona, ed è stato capito per quello che veramente è”. E’ questo secondo padre Federico Lombardi, portavoce della Santa Sede e direttore di Radio Vaticana, una delle chiavi del successo del viaggio di Benedetto XVI in Gran Bretagna.

”Il Papa non vuole essere una star – spiega in una intervista al Sole 24 Ore -, non corrisponde alla sua personalità, al suo ministero e al suo desiderio. E’ però certamente contento di essere conosciuto e visto per quello che lui è veramente”.

”Non è soltanto un grande maestro, un uomo di cultura come tutti sanno, ma è anche un uomo umile, gentile, sensibile, che desidera avvicinarsi agli altri con una profonda umanità”.

Merito anche della tv e delle immagini trasmesse in diretta, come accadde in Turchia, ad esempio, dove ”le riprese, in particolare nella Moschea Blu, sono state risolutive per far capire il suo atteggiamento amichevole e rispettoso per il mondo musulmano”. Il tema della pedofilia, sottolinea, “è stato affrontato con una novità”.

Oltre alle vittime, Benedetto XVI ha incontrato ”chi opera nella chiesa per la salvaguardia dei giovani, che è un modo per guardare avanti, al di là di quanto accaduto in questi anni terribili”.