Papa Ratzinger “addolorato e colpito” per arresto maggiordomo

Pubblicato il 25 Maggio 2012 20:11 | Ultimo aggiornamento: 27 Maggio 2012 9:54

CITTA’ DEL VATICANO – Informato dell’arresto dell’aiutante di camera nell’indagine sulle fughe di documenti, Benedetto XVI e’ ”addolorato e colpito”. Lo riferisce una fonte vicina al Papa, che sottolinea come ”si tratti di vicende dolorose” e come il Pontefice, ”consapevole della situazione” mostri ”partecipazione” e sia ”addolorato e colpito”.

La ”casa costruita sulla roccia” della fede non cade”. ha detto anche il Papa, citando il Vangelo di Matteo: ”Non cedete” a ”tentazione mediocrita’, coltivate nell’animo desideri alti e generosi”, nella società ”frammentata” e ”senza punti di riferimento”, bisogna costruirsi ”sulla roccia” della fede e della Parola di Dio. ‘

‘Nella società attuale, viviamo una situazione per certi versi precaria, caratterizzata dalla insicurezza e dalla frammentarietà delle scelte. Mancano spesso validi punti di riferimento a cui ispirare la propria esistenza. Diventa, pertanto, sempre più importante costruire l’edificio della vita e il complesso delle relazioni sociali sulla roccia stabile della Parola di Dio, lasciandosi guidare dal Magistero della Chiesa.

Si comprende sempre più il valore determinante dell’affermazione di Gesu’: ‘Chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, sarà simile a un uomo saggio, che ha costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ma essa non cadde, perché era fondata sulla roccia”’. Papa Ratzinger ha invitato inoltre a formare adulti cristiani. ”Adulto, cioè maturo e responsabile – ha spiegato – può essere solo colui che si fa piccolo, umile e servo davanti a Dio”.