Pedofilia, l’arcivescovo Fisichella: “Il Papa determinato, lettera ai vescovi irlandesi in arrivo”

Pubblicato il 15 Marzo 2010 9:11 | Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2010 9:11

L'arcivescovo Rino Fisichella

Il Papa è «determinato» a prendere nuove misure contro i preti pedofili, misure che potrebbero essere contenute nella lettera che Benedetto XVI sta per inviare ai vescovi irlandesi.

A dirlo, in un’intervista al Corriere della Sera, è monsignor Rino Fisichella, presidente della Pontificia accademia per la vita, secondo il quale la lettera sarà «un ulteriore esempio della sua voce chiara, decisa, senza alcuna dissimulazione». Ratzinger, sottolinea il teologo, «è persona chiara, netta, determinata ed estremamente lucida nella sua analisi. Una lucidità che lo porta primo a saper distinguere le cose, e secondo, a prendere i provvedimenti necessari».

«Ci fosse anche un solo caso in Europa, e ahimé non è così – spiega – sarebbe troppo  perché questi fatti gettano ombre su tutta la Chiesa: la tolleranza zero per noi non è un optional, è un obbligo morale».

Per le misure da mettere in atto, monsignor Fisichella indica ad esempio quello che è successo negli Stati Uniti dopo lo scandalo di dieci anni fa: «L’esperienza americana – dice – può insegnare parecchio. Ho visto discernimento molto più attento nella selezione dei candidati e un impegno nella formazione accademica e spirituale senza precedenti». Dagli anni Sessanta, invece, «si era diffusa una cultura che ritiene tutto ammissibile che ha compreso tutti». Si era persa «l’identità sacerdotale, la spiritualità».

Quanto alle polemiche sul celibato, il teologo chiarisce che «noi non siamo repressi, ma persone che hanno fatto una scelta libera di dedizione e di amore per la Chiesa e per coloro che ci vengono affidati».

determinato» a prendere nuove misure contro i preti pedofili, misure che potrebbero essere contenute nella l