Pedofilia, Vaticano: “Danni dopo attacchi media, ma autorità non indebolita”

Pubblicato il 27 Marzo 2010 14:48 | Ultimo aggiornamento: 27 Marzo 2010 15:01

I recenti attacchi mediatici hanno provocato «indubbiamente dei danni», ma l’autorità del Papa e l’impegno della Congregazione per la Fede contro gli abusi sessuali sui minori non ne escono «ibdeboliti» ma «confermati»: è quanto afferma padre Federico Lombardi, portavoce del Vaticano, in un commento alla Ratio vaticana.

«La questione degli abusi sessuali su minori da parte di membri del clero cattolico ha continuato ad essere largamente presente sui media di molti Paesi, in particolare in Europa e in America del Nord anche negli ultimi giorni, dopo la pubblicazione della lettera del Papa ai cattolici irlandesi. Non è una sorpresa. L’argomento è di natura tale da attirare di per sè l’attenzione dei media, e il modo in cui la Chiesa lo affronta è cruciale per la sua credibilità morale», spiega padre Lombardi osservando che riconoscere e fare ammenda di episodi avvenuti anche decenni fa «è il prezzo del ristabilimento della giustizia e di quella ‘purificazione della memorià che permette di guardare con rinnovato impegno, e insieme con umiltà e fiducia al futuro».

«Con umiltà e con fiducia, in spirito di penitenza e di speranza, la Chiesa entra ora nella Settimana Santa e domanda la misericordia e la grazia del Signore che soffre e risorge per tutti», ha concluso il portavoce vaticano.