Venerabilis: “Un sito per preti gay, anzi omosensibili”

Pubblicato il 22 luglio 2010 19:07 | Ultimo aggiornamento: 22 luglio 2010 19:14

Il nome è già evocativo: “Venerabilis” è un sito della sedicente “Fraternità omosessuale dei preti cattolici romani”. Gli anonimi autori precisano già dalla home page di essere “per e con la Chiesa Cattolica Romana e dalla parte del Santo Padre”, e di voler essere di “aiuto ai sacerdoti, ai religiosi e ai laici ‘omosensibili’ che si sforzano di vivere la ricchezza della vita umano-cristiana consapevoli dei propri limiti”.

Sul concetto di “omosensibile” insistono molto, prendendo le distanze dalla “lobby gay” e dalle associazioni italiane che fanno riferimento alla comunità lgbt. Il “punto forte” di Venerabilis sono le chat: cliccando, ti viene subito chiesto se sei un sacerdote e se vuoi “dialogare con serenità e pace in chat”.

Si può chattare in varie lingue: italiano, spagnolo, francese e inglese. C’è inoltre la chat “Chiedi al sacerdote”, dove è “possibile consultare con assoluta tranquillità e riservatezza, oltre a sacerdoti, religiosi e alcuni laici, personale qualificato (psicologo o medico)”. “In quanto chat di condivisione del proprio vissuto e del proprio pensiero – si precisa sul sito – è d’obbligo il rispetto, in atteggiamenti e parole, nei confronti delle persone che vi accedono. Coloro che fanno esplicita richiesta di sesso o usano linguaggio offensivo e scurrile verranno bannati (espulsi dalla chat) senza alcun preavviso”.