Pyeongchang: cheerleader nord coreane con maschera nonno Kim? Ipotesi propaganda

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 febbraio 2018 6:37 | Ultimo aggiornamento: 11 febbraio 2018 20:45
Pyeongchang: cheerleader nord coreane con maschera nonno di Kim Jong Un? Ipotesi propaganda

Pyeongchang: cheerleader nord coreane con maschera nonno Kim? Ipotesi propaganda

PYEONGCHANG – Sono arrivati i primi ori, la morsa del freddo non si attenua, ma le cheerleader restano le protagoniste ai Giochi Olimpici invernali di PyeongChang. Anche quando le loro performance sono a rischio polemica. Intanto l’operazione disgelo prosegue tra Nord e Sud, tanto che Kim Yo-jong, sorella del leader di Pyongyang, si è presentata in pubblico per la quarta uscita ufficiale in questi giorni con il presidente sudcoreano, Moon Jae-in.

Dopo la storica stretta di mano alla cerimonia inaugurale, i due fanno coppia fissa: sabato l’incontro nella residenza presidenziale, poi la partita d’esordio del team unito di hockey e stasera il concerto, il secondo e ultimo dei due in programma, dell’orchestra nordcoreana Samjiyon, che si è esibita al Teatro nazionale coreano a Seul. A far indispettire i meno favorevoli al riavvicinamento sono state invece proprio le cheerleader: sotto accusa sono finite le maschere indossate dalle ragazze arrivate per sostenere gli atleti del Nord durante una delle coreografie alla partita di hockey. Secondo quanto riportano i media coreani, alcuni conservatori poco favorevoli al riavvicinamento tra Sud e Nord hanno riconosciuto in quel volto l’immagine del nonno di Kim, Kim Il-sung, morto 24 anni fa.

Insomma per chi a Seul non ha gradito questa apertura si sarebbe trattato di un atto di propaganda. Subito però smentito dal ministro per l’unificazione che, citando funzionari della Corea del Nord, ha fatto sapere che si trattava semplicemente di un giovane di bell’aspetto, una maschera simile a quella che viene utilizzata anche in danze tradizionali. Ma non è stato sufficiente a placare la polemica, perché i sudcoreani ostili alla riconciliazione continuano a definire questi i “Giochi di Pyongyang”, per la risonanza che la questione Nord sta avendo in questo avvio di Olimpiadi.

Molti esperti della storia della Corea del nord, citati dai media locali, affermano che è molto improbabile che i nordcoreani abbiano realizzato una maschera con il volto del leader, la figura più venerata nel Paese. Intanto Moon e la sorella di Kim in giacca color avorio hanno assistito insieme allo spettacolo: il presidente sudcoreano ha detto che le “due Coree dovrebbero collaborare, per rendere questa fiammella un fuoco vero”. E mentre gli atleti cominciano a sfornare medaglie, sugli spalti la scena è sempre delle ragazze nordcoreane che inneggiano alla ‘Corea’: la loro presenza suscita interesse, e anche lì, tra tifosi di due paesi di una stessa penisola, non sono mancate strette di mano.